Aree

Spazio Cultura Italia sviluppa i propri obiettivi statutari attraverso la realizzazione di progetti annuali e permanenti. Ogni progetto rientra in una delle seguenti aree tematiche: Arte e Spettacolo; Editoria e Scrittura; Innovazione Digitale; Tutela e Diritti; Crescita e Formazione; Comunicazione etica; Impegno, Legalità e Comunità.

Spazio Cultura Italia realizza i propri progetti in sinergia con realtà istituzionali e associative. Alcuni progetti hanno durata annuale, altri invece si configurano come progetti permanenti come: la casa editrice Spazio Cultura Italia, la label discografica RadioGirotondo e il programma di comunicazione etica Sci Press.

Spazio Cultura Italia si strutturata attraverso: un consiglio direttivo che supervisiona l’intera attività, detta le linee di indirizzo e gestisce l’amministrazione; i gruppi di lavoro creati ad hoc per sviluppare e realizzare i progetti annuali e/o permanenti; e un board di esperti che funge da soggetto consultivo per il consiglio direttivo.

Spazio Cultura Italia finanzia la sua attività attraverso donazioni private libere.

Spazio Cultura Italia promuove la diffusione culturale attraverso la valorizzazione delle diverse forme artistiche con particolare riguardo alle nuove generazioni, ai giovani. L’arte e lo spettacolo rappresentano una reale opportunità lavorativa e di crescita per l’intera comunità soprattutto in un Paese con il patrimonio e artistico come quello italiano. Tra le principali attività realizzate c’è l’acquisizione della label discografica “RadioGirotondo” nata nel 2009, che ha prodotto lavori in collaborazione con aziende leader del settore (Sony France, Edel, Egea Music, Irma Record), pubblicati in 240 paesi del mondo e con il coinvolgimento di artisti di fama nazionale e internazionale. Ha curato la produzione esecutiva dell’album “Maria Luna” diretto da Pino De Maio e realizzato con un gruppo di detenuti dell’Istituto penale per minorenni di Nisida. Nel 2015 ha pubblicato l’album “Elements” della chitarrista Angela Lancieri, già al fianco di Massimo Ranieri. Attraverso i proventi di questo lavoro è stato finanziato un laboratorio di chitarra annuale per un gruppo di adolescenti del Rione Traiano, quartiere a rischio di Napoli. Ha promosso attraverso il programma di comunicazione etica Sci Press, la mostra antologica del Maestro Nicola Gambedotti con il patrocinio del Comune di Napoli. Nel 2016 ha organizzato “The world bridge - New York Napoli” il festival di promozione culturale italiana e napoletana nella Grande Mela, in collaborazione con la Fordham University.

Spazio Cultura Italia promuove la diffusione e la conoscenza di eventi e progetti che si propongono di perseguire le analoghe finalità dell’Ente nella consapevolezza che le eccellenze vanno valorizzate e divulgate senza recinti e limiti di appartenenza. Inoltre considera necessario diffondere un approccio etico al mondo dell’informazione. Tra le principali iniziative che ha promosso, attraverso mezzi di informazione tradizionali e i nuovi media, il dibattito sulla libertà di parola con lo scrittore Erri De Luca e il teologo Gennaro Matino presso la Facoltà Teologica, il ciclo di seminari promossi dal Dipartimento di Economia, Management e Istituzione della Federico II sulle Economie Criminali con, tra i vari il Presidente dell’Autorità Anticorruzione Raffaele Cantone, il lancio dell’Associazione Medici di Strada alla presenza del Sindaco di Napoli. Inoltre ha realizzato con il coinvolgimento dei ragazzi dell’associazione, le campagne di comunicazione, per l’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza, trasmesse dai principali canali Rai e Mediaset: “Unici differenti”, “L’azzardo non è un gioco”, e “I have a dream” quest’ultimo presentato nel corso della 70esima Mostra del Cinema di Venezia alla presenza del Ministro per l’integrazione.

Spazio Cultura Italia promuove la diffusione culturale attraverso l’organizzazione di occasioni di crescita, formazione e aggiornamento nei settori delle arti, attraverso corsi rivolti ad adulti e bambini ma soprattutto a quelle fasce cosiddette più deboli e sensibili come gli adolescenti delle periferie e/o provenienti da situazioni disagiate. Tra le principali iniziative portate avanti c’è il laboratorio di chitarra a costi solidali, per permettere ad una fascia più ampia di ragazzi di accedere allo studio della musica. Grazie a questo progetto sono stati garantiti 250 corsi di chitarra. Inoltre grazie ai proventi del progetto “Elements” di Angela Lancieri sono stati garantiti corsi di chitarra gratuiti a un gruppo di adolescenti del Rione Traiano. Ultimo il progetto “Storie di Napoli nelle Scuole” con il patrocinio del Comune di Napoli, Regione Campania e Fondazione Con il Sud per coinvolgere i ragazzi delle scuole di Napoli ad approfondire le storie della loro città e raccontarle in un vero e proprio libro. Il progetto è stato presentato in diverse scuole superiori.

Spazio Cultura Italia promuove la diffusione culturale attraverso la valorizzazione della letteratura e della scrittura. Ha inaugurato una propria casa editrice che si prefigge l’obiettivo di pubblicare libri di autori affermati ed emergenti. Promuove laboratori di scrittura e percorsi di crescita per giovani talenti. Tra le principali iniziative realizzate da Edizioni “Spazio Cultura Italia” c’è la pubblicazione dell’ultimo romanzo del teologo e scrittore Gennaro Matino “Tetti di sole”, presentato a New York dal giornalista Antonio Monda e la direttrice del network I-Itay Letizia Airos. Il libro è stato distribuito nelle librerie di tutta Italia e in diverse scuole della provincia di Napoli che hanno sviluppato anche percorsi e progetti educativi. Il romanzo di Pino De Maio “Terra del vento”, con la prefazione del Procuratore Nazionale Antimafia Franco Roberti e distribuito gratuitamente negli Istituti penali per minorenni di Nisida, Airola e nel carcere di Poggioreale di Napoli. Per la collana “frontiere di senso” ha pubblicato il libro del fenomeno web Storie di Napoli, un gruppo di 25 tra scrittori e disegnatori ventenni, innamorati di Napoli e intenti a preservare la cultura della propria terra attraverso il racconto delle storie di personaggi e luoghi. Questo progetto ha ricevuto il Premio Civicrazia con Medaglia del Presidente della Repubblica. Nel corso degli ultimi due anni sono state stampate e distribuite, tra i vari libri, circa 8.000 copie. Hanno presentato libri di Ed. SCI, tra i vari, Franco Roberti, Antonio Monda, Antonello Prillo, Luciano Stella, Gennaro Matino, Pino De Maio, Vincenzo Spadafora, Letizia Airos. Spazio Cultura Italia ha istituito un laboratorio di scrittura in collaborazione con l’Associazione Dire Domani Agenti di Futuro, ispirato alle “buone notizie”, grazie al quale un gruppo di circa 30 ragazzi si confrontano sul blog “GoodActionPost”.

Spazio Cultura Italia promuove la cultura dell’impegno civico in favore della comunità. La crescita culturale ha come naturale sbocco, e obiettivo concreto, il rafforzamento del senso di appartenenza ad una comunità, dei valori etici e morali di cittadinanza. Spazio Cultura Italia valorizza i processi di democrazia partecipativa e supporta tutti quei progetti che si propongono di offrire soluzioni e buone pratiche all’amministrazione dello Stato. Sono tante le iniziative portate avanti, tra le principali ricordiamo: la partecipazione del gruppo di volontari di SCI al Festival della Creatività Antimafia di Roma, al Festival Segni d’Infanzia di Mantova e al Festival del cinema per ragazzi di Giffoni in supporto del progetto Radio Sarai. I ragazzi hanno così potuto prendere parte in modo attivo a momenti di riflessione, e si sono posti come medium tra il sentiment dei loro coetanei e le istituzioni preposte all’ascolto. Il progetto “Storie di Napoli”, trasversale tra le varie aree tematiche, ha come naturale sbocco, richiedere all’amministrazione locale ed ai cittadini, maggiore impegno per la tutela del patrimonio artistico e storico della città. Ultimo il supporto al progetto WalleRally, l’avventura di un gruppo di 3 ragazzi che dall’Italia affronteranno un viaggio fino in Mongolia per sostenere i progetti della Fondazione Il meglio di te in favore dei ragazzi dell’Istituto penale per minorenni di Nisida.

Spazio Cultura Italia promuove la diffusione della cultura e l’alfabetizzazione digitale della comunità. Supporta aziende e istituzioni per accompagnarle verso un sano e consapevole uso dei nuovi media e gli strumenti digitali in generale, nella consapevolezza che la cultura intesa come conoscenza oggi possa essere veicolata sempre di più attraverso gli strumenti digitali. Tra le principali iniziative portate avanti c’è: la sottoscrizionevdella Convenzione per l’anno 2015 con l’Autorità garante per l’infanzia e l’adolescenza finalizzata allo sviluppo della strategia digital dell’authority con l’obiettivo di aumentare la partecipazione e il dialogo degli adolescenti con l’istituzione. Grazie al lavoro sviluppato è stato favorito il dialogo e l’interazione con circa 10 milioni di adolescenti attraverso i social network e non solo. Sempre per l’Authority ha curato lo startup di “Sarai” la prima radio digitale istituzionale gestita interamente da ragazzi, che esporta il modello di Radio Kreattiva di Bari e aggrega un network di 10 redazioni in tutta Italia, tra le varie anche Radio 100 Passi di Cinisi, fondata da Danilo Sulis, tra i fondatori di Radio Out insieme a Peppino Impastato. Il presidente di Sci per conto dell’Authority, ha preso parte al gruppo di lavoro istituito presso il Miur per il progetto Safer Internet Centre, della Commissione Europea per la sicurezza in rete. La collaborazione con ReWork il primo coworking della città di Napoli, al fine di offrire assistenza legale a giovani startupper. Nel corso degli anni il Presidente di Spazio Cultura Italia ha tenuto lezioni nelle principali Università italiane (Cattolica, Iulm, La Sapienza, Suor Orsola, Federico II) per diffondere la cultura del digitale.

Spazio Cultura Italia promuove l’approfondimento, la valorizzazione, lo studio e l’approfondimento degli aspetti legali ed economici legati al comparto cultura, necessari per rendere sostenibile lo stesso. Operiamo nella consapevolezza che la cultura dovrebbe rappresentare la fonte primaria del nostro Paese. Tra le principali iniziative portate avanti c’è la sottoscrizione del protocollo d’intesa, in occasione della 20esima edizione del Mei (Meeting delle Etichette Indipendenti) alla presenza del suo Presidente Giordano Sangiorgi, con “Audiocoop”, la terza associazione di categoria di discografici, editori, produttori indipendenti ed artisti che si autoproducono, con una fetta di mercato stimata attorno al 5%. Grazie a questo accordo tanti giovani artisti e produttori potranno ricevere supporto legale. Inoltre Spazio Cultura Italia ha supportato Audiocoop nel tavolo tecnico per la copia privata istituito presso il Ministero per i Beni, le Attività Culturali e il Turismo e la Siae, sempre a tutela dei musicisti indipendenti. Ha preso parte a convegni e seminari nelle principali Università, in collaborazione con le organizzazioni studentesche. Ultimo il seminario su Media e Privacy organizzato dall’ European Law Student Association.

Seguici sulla nostra pagina Facebook Seguici sul nostro profilo Twitter Seguici sul nostro profilo Google+ Seguici sulla nostra pagina Pinterest Seguici sul nostro profilo Instagram Seguici sul nostro canale Youtube

Spazio Cultura Italia © 2016 Copyright. All rights reserved.